.net CMS
.net CMS > Web Site Maker > Sviluppatori > Realizzazione di Plugin

Maggiore interazione del CMS con FaceBook

RSS
Autore
Giorno e Ora
Messaggio Operazioni
Guido Eugenio
male
jenkaitalii@hotmail.com
Theo

Parto con una premessa: Oramai si sa, l'utenza internet (specie quella italiana) vive su LibroFacce e interagisce attraverso il famoso Social NetWork (da computer, iPhone, SmartPhone, Tablet, ecc.).

Sarebbe quindi opportuno scrivere un plugin che permetta ai FaisBukkiani (lemma per significare i dipendenti da quel social) di commentare senza obbligatoriamente loggarsi od iscriversi ai Siti realizzati con il CMS ASP.NET.
Di più, il plugin dovrebbe agire in questo senso:
Chiunque loggato in FaceBook scriva un commento il suo testo dovrebbe essere automaticamente intercettato e divenire un commento fisico alla rispettiva pagina del Sito. So che per implementare tutto questo è abbastanza semplice per un programmatore; necessitano giusto un paio di file forniti da FaceBook nella sezione developer, ed un po' di codice. I due file di FaceBook servono a mettere il Sito in comunicazione con LibroFacce attraverso API, il resto andrebbe scritto per far si che un qualsiasi visitatore possa scrivere commenti alle pagine delle news e, se ritenuto interessante, anche ad altre sezioni del Portale realizzato con il CMS ASP.NET.

Posso fornire esempi di come tutto ciò sia già disponibile per WordPress.
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Per questa funziopne non c'è nemmeno bisogno di creare un plugin dato che facebook offre il codice già fatto, bello e pronto da inserire nella Master Page.

Il codice lo si ottiene qui: https://developers.facebook.com/docs/reference/plu...

Aprendo il file del CMS dal nome MasterPage.master con un semplice editor di testo, ad intuito si capisce dove mettere il codice.

La Graph API è ad uso facoltativo, quindi lato programmazione non occorre fare nulla.
Guido Eugenio
male
jenkaitalii@hotmail.com
Theo

Quello che intendevo (e che esiste per WordPress sotto forma di plugin) è un po' diverso; oltre ai due file messi a disposizione da LibroFacce utilizza altre funzionalità.

I file di FaceBook servono ad aprire un box (direi un iframe), ove si vedranno i commenti degli utenti del Social NetWork per quella specifica pagina ove il box appare.

Il plugin di cui parlo, invece, oltre ad aprire quel box e renderlo invisibile ai motori di ricerca, intercetta quei commenti e li ripubblica come commenti al Sito.

Provo a fare un esempio:
Mettiamo che utilizziamo i due file forniti da FaceBook e li attiviamo per apparire negli argomenti del forum; vedremo allora i topic degli utenti del Sito e poi, in una posizione predefinita con le opzioni, un box contenente i commenti scritti dall'utenza di FaceBook.. Nulla di più.

Quello che invece fa il plugin per WordPress è che "importa" quei commenti di LibroFacce e li ripubblica come se fossero stati scritti da un utente iscritto al forum (assegnandoli lo stesso nome utilizzato in FaceBook).
In pratica, oltre che nel box in basso, quei commenti apparirebbero "tra i topic" della discussione con tanto di nome ed orario della pubblicazione; proprio come se il visitatore FaisBukkiano fosse un normale iscritto al Sito ed avesse postato nel forum.
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Ho capito benissimo, lo si fa con le graph API le quali danno pieno accesso ai commenti, come descritto alla voce "How can I get an SEO boost from the comments left on my site?".
In caso contrario i commenti rimangono in un frame e non sono accessibili da tutti i motori di ricerca.
Guido Eugenio
male
jenkaitalii@hotmail.com
Theo

Ho i miei dubbi che, solamente implementando le graph API di FaceBook, sia poi possibile far si che ogni commento diventi anche un topic del forum.. Magari è anche possibile, ma credo il risultato sarebbe scarso e oltretutto non moderabile o controllabile.

Portando avanti l'esempio di quanto permette di fare il plugin di WordPress:
Innanzi tutto per interagire con i "commenti nativi di WP" serve del codice che vada ad autorizzare quell'applicazione ad emulare un utente (virtuale?); utente che oltretutto prende ogni volta le generalità e l'indirizzo IP del commentatore FaisBukkiano. Sarebbe a dire che per ogni persona che scrive dovrà inserire i suoi dati, che consistono nel nome e cognome e l'IP (questo lo vede solo l'admin, ovvio), così come forniti da FaceBook, emulando quello stesso utente come se fosse anch'egli un iscritto al Sito fatto con il CMS WordPress.

Il codice PHP dello sviluppatore, a supporto di quello delle graph API fornite da FaceBook, fa anche altro:
Si può decidere se i commenti saranno automaticamente moderati (vanno in coda di moderazione e dopo averli letti si può cestinarli o pubblicarli), oppure vengono pubblicati al volo; si può decidere che lunghezza debba avere il testo perché sia ripubblicabile (uno che dice "grazie" o "ciao" od altre parole ininfluenti, sarebbe inutile ri-postarlo anche nel forum); si possono decidere dei ban selettivi per "nome utente" di FaceBook (quelle persone non potranno quindi interagire col Sito); infine, si possono decidere tutta una serie di parole da censurare e che quindi, se presenti nel testo, escluderanno quel commento dall'essere ripubblicato come commento nativo del CMS.

Immagino che utilizzando le semplici API di LibroFacce queste cose non sarebbero né possibili né configurabili; sarebbe a dire che avremmo aperto la "porta" ad eventuali mentecatti o disturbatori.
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Basta usare la graph API (pronta e finita da Facebook - moltopotente http://www.scribd.com/doc/53208908/Graph-API-per-s...), il meccanismo è quello che gli sviluppatori chiamano "fare il pulling".