.net CMS
.net CMS > Web Site Maker > Dal lato tecnico > Malfunzionamento

Piccoli bug da correggere

RSS
Autore
Giorno e Ora
Messaggio Operazioni
Guido Eugenio
male
jenkaitalii@hotmail.com
Theo

Io da quel menù a tendina vedo tutti gli archivi che ho creato per i vari Portali in questa sequenza dall'alto verso il basso: Parte da quello di nome "nessuno" poi il 10 e 11 senza scritto nulla e ancora dal numero 2 sino al 9 ognuno con la propria descrizione. In realtà gli archivi sono di più giacché per l'ultimo Sito messo online ne ho creati ben cinque, il Portale in questione è in cinque lingue; ma di questi archivi vedo solamente in sequenza: 7 - wpIT; 8 - wpEN; 9 - wpRU - Mancano all'appello il wpDE ed il wpFR, ma questi comunque esistono ed appaiono nei rispettivi Siti quando seleziono nella configurazione il numero 10 ed 11.

Se gli archivi dal numero 10 fino al 13 sono utilizzati dal sistema, allora non dovrei vedere quei due mancanti all'appello come: 14 - wpDE e 15 - wpFR? Invece, come ho detto, la lista arriva sino al numero 11.

Preciso che è solo un problema di visibilità dei menù archivio da quella lista, poiché tutto comunque funziona alla perfezione.
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Visto che stai usando il sito in configurazione multi lingua:
Per il multi-language, non è necessario usare un archivio differente per ogni sito, puoi usare un archivio solo per tutte le versioni in lingue diverse dello stesso sito.

Per quanto riguarda l'archivio, può succedere che ti appaia solamente l'ID senza la descrizione, dato che la descrizione è localizzata nella lingua del sito (o sottosito) con cui stai lavorando.

In pratica ogni archivio ha (o meglio può avere) più descrizioni in lingue differenti: Tecnicamente tali descrizioni sono memorizzate in un array nel file info.vbs posto nella directory corrispondente all'archivio. La descrizione in lingua italiana è l'array Names(2), mentre (se non erro) la descrizione in lingua inglese è l'array Names(1). Se dai un occhiata al file info.vbs ti fai una idea.

In futuro questo file verrà rimpiazzato da un file XML.

P.S.:
Ho verificato, l'unico archivio ad uso interno è l'1.
Guido Eugenio
male
jenkaitalii@hotmail.com
Theo

Segnalo alcune altre cosucce da vedere e correggere continuando a postarle in questo 3ad affinché possa essere una guida da osservare per la prossima release.

I siti che appaiono nella voce Web della sidebar di sinistra:
Pur avendo escluso blogspot da quel sistema il CMS continua a mettere in elenco dei blog presi da quelle pagine, unica differenza è che al click non li apre ma ritorna alla home page del Sito. Sarebbe meglio, invece, che tutti gli indirizzi aggiunti al file NotContentsFromDomains.txt non venissero più letti.

Configura Menù:
Qui succedono alcune cose in base a quale browser sta utilizzando l'Amministratore del sito. Se aggiungo una voce con IE8 ed a questa inserisco nell'apposito campo un link, dopo aver pigiato salva il link è scomparso; con Opera invece tutto è ok.
Al contrario invece se di una o più voci create (o già presenti) si decide di spuntare "nascondi"; con IE8 funziona mentre con Opera, dopo aver salvato, la voce rimane com'era ed il CMS non memorizza il cambiamento.

Elenchi numerati o puntati:
In alcune pagine articolo ho scritto degli elenchi. Se la pagina è breve questi si visualizzano correttamente con tutti i browser; se invece l'articolo è abbastanza lungo ed il suddetto elenco si trova nell'area dei pannelli del clima (sidebar di sinistra), con Opera i numeri od i segni dell'elenco finiscono sotto a quei pannelli, cioè è come se la pagina dell'articolo va ad invadere, con i puntini od i numeri dell'elenco, lo spazio della sidebar; con IE8 invece si visualizza bene.
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

I domini inseriti nel file NotContentsFromDomains.txt fanno si che nascondano il contenuto solo agli utenti con un redirect nella homepage, tuttavia quelle pagine con i frame continuano a persistere (e quindi rimarranno anche indicizzate): Ciò è per non perdere visite quando qualche titolare di dominio si lamenta di vedere il proprio sito in un iframe. Mettere un dominio nella lista NotContentsFromDomains.txt serve solamente a "dare un contentino" a chi silamenta che gli si portano via vivite usando il loro contenuto smile_teeth.

Il problema grafico con gli elenchi puntati, e solo sul browser Opera e presumo che lo correggeranno.

In IE9 non vi è più il problema riscontrato con IE8 inerente l'aggiunta di link nei menù.
Guido Eugenio
male
jenkaitalii@hotmail.com
Theo

Altro problemino che riscontro solo in uno dei Portali che ho aperto con il CMS ASP.NET:
A differenza di tutti gli altri miei Siti, che sono pubblicati in una sola lingua (italiano), ne ho creato uno multilingua ed in cinque diverse lingue.
Il suddetto Sito è configurato come tutti gli altri ed anche in questo ho abilitato dalla pagina "Configura" la voce "Parole correlate"; riscontro però che non funzionano, ovvero la parola scelta (una per ogni lingua) non diventa un link. Invece se in questo Sito scrivo in una pagina parole che sono "correlate" per altri Siti del NetWork il link agli altri Portali appare e funziona correttamente.
Guido Eugenio
male
jenkaitalii@hotmail.com
Theo

Sorge oggi un nuovo problema con il Portale multilingua relativo alla generazione dinamica delle pagine in formato .pdf; l'ho scoperto da Google Webmaster Tools e, verificando meglio, in effetti ha ragione. In tutte le altre lingue del Sito, come in quella principale, le pagine mostrano il pulsante per visualizzare il contenuto in formato .pdf, però selezionando il bottone non si genera nulla e si viene reindirizzati alla home page del Portale nella lingua nativa (quindi neanche alla home della lingua in cui si sta visualizzando il Sito).. Non ci avevo fatto caso prima, ne sono venuto a conoscenza leggendo gli indirizzi non trovati dal servizio anzidetto.
In pratica credo il problema sia nella stessa url delle altre lingue del sito, giacché in queste c'è una differenza; faccio un esempio con il documento che si legge in home page, quello nella lingua nativa ha questa url:::
/2_7_1_Servizi+linguistici+e+di+traduzioni.pdf
Invece nel tedesco:::
/2_10_1_Übersetzungsdienstleistungen.pdf?ss=wpde

Credo che il problema stia nel "punto" in cui vien stampato ".pdf". Nella lingua primaria è sempre alla fine della url (ed infatti funziona benissimo ed il file viene correttamente generato), mentre nelle altre lingue si stampa appena dopo il nome del titolo pagina ed è seguito da "?ss=wpde".

Mi stavo chiedendo se sia il caso in questo Portale od in tutto il NetWork, disattivare la generazione dei file .pdf, sempre se sia possibile "commentando" la riga di codice pertinente.. Questo sino alla soluzione del problema in una delle prossime release del CMS ASP.NET.

Potresti darmi delle indicazioni su come fare una modifica di questo tipo, ossia quale file scaricare da ftp ed in che punto si trova il relativo codice da commentare per bloccarne il funzionamento. Grazie.
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

L'utilizzo del CMS per creare siti multi lingua è stato testato solo in configurazione multi dominio. L'utilizzo multi lingua su dominio singolo è da considerarsi una beta e come tale va testata: Ho annotato il problema con i PDF e quello con i link correlati. Entrambi i problemi verranno risolti con il rilascio della prossima versione.
Guido Eugenio
male
jenkaitalii@hotmail.com
Theo

Bene aspetterò allora il momento della nuova release e vorrei aggiungere un particolare, che credo vada migliorato, sempre in relazione alle parole correlate ed ai collegamenti (links) che ne conseguono; sono dell'idea che questi non dovrebbero apparire anche nel testo dei sub titoli inteso per le frasi col tag H2, e non oltre uno per ogni 150-200 parole.. Inoltre se possibile, aggiungere un campo con la possibilità di scegliere quanti massimo per ogni pagina.
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Non è possibile mettere delle regole ai link sulle parole correlate in quanto: Il meccanismo è molto oneroso (per i computer attuali), l'algoritmo che genera dinamicamente i link è sofisticatissimo, un chilometro di codice che è arte pura per rendere possibile l'impossibile. Questo algoritmo istantaneamente e "on fly" è in grado di fare un confronto tra migliaia di parole o frasi correlate e le centinaia di parole scritte nel testo. So che vi sono dei software che fanno lo stesso, ma dubito che lo facciano con le stesse prestazioni e soprattutto "on fly", ovvero dinamicamente.
Questa parte del software è talmente sofisticata che nonostante sia open source, a mio avviso sono pochi i programmatori in grado persino di riuscire a capirla (è un gioiello di programmazione).
Implementare un contatore di parole o altre regole porterebbe via cicli macchia molto onerosi per la CPU e non avrebbe alcun significato tangibile.
Idem per il fare un distinguo tra il testo in H2: Richiederebbe fare un pharser per l'esame on fly del codice xhtml, impegnando la CPU in maniera non indifferente: Il rischio è che il sito poi vada in DDOS non appena vi siano un numero di visitatori che portino l'utilizzo della CPU al 100%. L'algoritmo già così, si presenta assai esoso per la CPU dato che ogni testo provoca centinaia di migliaia di operazioni di alto livello (i raffronti di testo) e tutto viene caricato in Ram (se si usasse un database il sistema morirebbe anche con pochissimo traffico).
Questa parte di codice è certosina, ogni riga di comando è stata limata e testata affinche il tutto girasse con prestazioni elevate. Sicuramente entro pochi anni CPU più potenti permetteranno di integrare questa parte di codice con altre funzionalità.
Guido Eugenio
male
jenkaitalii@hotmail.com
Theo

Webmaster:
Non è possibile mettere delle regole ai link sulle parole correlate in quanto: Il meccanismo è molto oneroso (per i computer attuali), l'algoritmo che genera dinamicamente i link è sofisticatissimo, un chilometro di codice che è arte pura per rendere possibile l'impossibile. Questo algoritmo istantaneamente e "on fly" è in grado di fare un confronto tra migliaia di parole o frasi correlate e le centinaia di parole scritte nel testo. So che vi sono dei software che fanno lo stesso, ma dubito che lo facciano con le stesse prestazioni e soprattutto "on fly", ovvero dinamicamente.
Questa parte del software è talmente sofisticata che nonostante sia open source, a mio avviso sono pochi i programmatori in grado persino di riuscire a capirla (è un gioiello di programmazione).
Implementare un contatore di parole o altre regole porterebbe via cicli macchia molto onerosi per la CPU e non avrebbe alcun significato tangibile.
Idem per il fare un distinguo tra il testo in H2: Richiederebbe fare un pharser per l'esame on fly del codice xhtml, impegnando la CPU in maniera non indifferente: Il rischio è che il sito poi vada in DDOS non appena vi siano un numero di visitatori che portino l'utilizzo della CPU al 100%. L'algoritmo già così, si presenta assai esoso per la CPU dato che ogni testo provoca centinaia di migliaia di operazioni di alto livello (i raffronti di testo) e tutto viene caricato in Ram (se si usasse un database il sistema morirebbe anche con pochissimo traffico).
Questa parte di codice è certosina, ogni riga di comando è stata limata e testata affinche il tutto girasse con prestazioni elevate. Sicuramente entro pochi anni CPU più potenti permetteranno di integrare questa parte di codice con altre funzionalità.

Non so esattamente quali siano le diversità tra sviluppare codice in PHP e .NET; posso però dirti con certezza che per WordPress utilizzo 2 plugin (speciali poiché non trovabili nel repository ufficiale) che fanno esattamente quello che vado dicendo.
Un plugin permette di comporre una lista di domini sui quali, se verranno linkati da qualsiasi parte del Sito (pagine, post o commenti), verrà aggiunto il tag "nofollow".
L'altro invece permette di fare esattamente come con il CMS ASP.NET, ossia scegliere parole "secche" o chiavi di parole, alle quali assegnare un qualsiasi link (esterno od interno) con l'opzione di decidere quante volte massimo sarà ripetuto il collegamento per ogni pagina, la distanza dei link (io ho settato 130 parole); inoltre questo plugin, di default, non inserisce collegamenti in tutto ciò che nelle pagine è H2, H3 e via discorrendo.. Cioè fa un distinguo, credo analizzando il testo della pagina.
I due plugin lavorano "on fly", sarebbe a dire che se andiamo a ispezionare il database non v'è traccia della loro attività e neanche utilizzano un'apposita tabella.
Il consiglio caldeggiato dal creatore di questo script per i link, è di non scrivere quelli interni con il nome del dominio, cioè relativi e non assoluti, pena l'utilizzo di eccessiva memoria del server al crescere dell'attività del plugin.

Ovviamente entrambi sono stati scritti da persone tedesche.. smile_teeth E difatti per trovarli ho dovuto cercarli usando la loro lingua; in inglese neanche si trovano.
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Ad intuito era da immaginarselo che un plugin di quel tipo poteva essere scritto da tedeschi.
Sostituire al volo delle parole in un testo è una operazione onerosa se si vuole fare lato server e con un algoritmo che non abbia bugs. Eseguire questa funzione lato client allevierebbe la CPU del server ma questo non avrebbe un significato dal punto di vista SEO dato che gli spider non riuscirebbero a vedere dei link inseriti da uno script Java.
Come tutte le cose, ogni algoritmo può essere implementato in 2 modi: Quello veloce ma che raramente può presentare dei bug, oppure quello che non ha bug ma necessita di maggiori controlli.
In questo caso quando si sostituiscono delle parole, occorre tener presente che la sorgente non è un testo ma un XHTML e per fare ciò occorre realizzare quello che in gergo si chiama pharser: Ovvero un algoritmo che analizzi la struttura xhtml. Visto che il pharser è esoso, ho realizzato apposta per questa funzione un pharser ridotto all'osso, ovvero non intende il significato dei tag, ma si limita ad estrapolare e comprendere dove sono le parti di testo dal resto del codice. Faccio un esempio: Faccio un articolo che parla di Milano e a questo articolo associo la parola "Milano". Ammettiamo che in una pagina inserisca la parola Milano dentro uno script, non sarebbe giusto sostituirla in un link perché lo script non funzionerebbe più. Idem vale se la parola Milano rimane scritta in un attributo "alt" di una foto. Il pharser serve a verificare tutte queste casistiche.
Un altra cosa a cui bisogna prestare attenzione, è inalterare le maiuscole e minuscole; Per esempio se io scrivo "SONO ANDATO A MILANO", la parola MILANO deve rimanere tutta maiuscola anche dopo che è stata trasformata in link: Questa sembra una stupidata, però se uno utilizza il comando replace che hanno i vari linguaggi, MILANO lo sostituisce con il link <a>Milano</a> e quindi cambia.
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Se questo algoritmo lo si implementa semplicemente usando il replace del testo, occupa qualche paginetta di codice ma avanza dei bug che si presenteranno in qualche rara occorrenza, altrimenti è esoso per la CPU ed è d'obbligo lavorare in ram (nessun uso di database).
In particolare quando gli articoli (le pagine), cominciano ad essere migliaia, con diverse migliaia di parole o frasi correlate agli articoli, questa operazione potrebbe impiegare diversi secondi (anche sui computer più veloci) e quindi rallentare il rendering delle pagine generate dinamicamente. Un rimedio sarebbe quello di fare un semplice replace (senza il pharser che verifica cosa si stia sostituendo).
Quando feci questo algoritmo ero convinto (e lo sono tutt'ora) che nessuno fosse stato in gradi di farlo con la stessa velocità mantenendo il pharser e con i controlli sulle maiuscole e minuscole: I tedeschi a programmare sono bravi, ma io sono ancora convinto che non abbiano fatto la stessa cosa del mio algoritmo: Mi piacerebbe dare una occhiata al loro codice.
Io la ho spiegata molto brevemente ma per ogni link aggiunto dinamicamente ci sono diversi controlli macchinosi che il software deve effettuare, per esempio ammettiamo che ho un sito in italiano ed uno in inglese ed entrambi parlino dell'hermitage, quindi avrò due pagine con la stessa parola correlata, però se scrivo hermitage in un sito in italiano, il link deve portare all'articolo in italiano.
A rendere il tutto ancora più complicato è che i link agli argomenti correlati, funziona nell'ambito di una struttura gerarchica spiegata qui: http://www.cmsaspnet.com/?p=68&a=26&t=wikiastruttu...
Ovvero si possono creare delle parole che diventano dei link solo quando si è dentro un ambito specifico: Per esempio la parola ROSSO porterà alla definizione di "vino rosso" solo quando questa è dentro un articolo sotto la voce Vini: Ovvero nella frase "ho pitturato il cancello di rosso" posta in un sito qualunque del network, non genererà alcun link verso l'articolo del sito dei vini.
Attualmente non è possibile mettere altre regole sui link, solo per questione di performance: Le regole essenziali ci sono tutte (esegue persino un pharser velocissimo e creato appositamente): Poi è chiaro che c'è quello che vorrebbe che il link appaia solo se la parola è nel secondo paragrafo, quello che vorrebbe che il link sia nascosto agli user, quello che al crawler vorrebbe fare vedere una cosa diversa, quello che vorrebbe che in automatico il software usasse dei sinonimi, ecc.. Il software è open source proprio per questo.
Visto che questa è una funzione esosa per la CPU, vi è anche un timeout che quando vede che non si riesce a renderizzare velocemente il testo questa feature viene saltata: Appesantire ulteriormente questo algoritmo sulle CPU più lente significherebbe togliere completamente questa funzione (a meno di non inibire il timeout).

Se un network ha 1000 articoli corrispondenti ad altrettante parole correlate, quando il server invia un testo xhtml al browser di 3000 parole, per ogni parola inviata il software esamina se questa corrisponde ad una delle 1000 a cui vi è assegnato l'articolo: Sono 3.000 X 1.000 = 3.000.000 operazioni che usando anche solo un semplice "replace" messo a disposizione del framework, diviene una operazione molto onerosa anche per CPU potentissime: Poi se vuoi fare anche il pharser e tutti i controlli, si rischia di far scoppiare il computer (mandandolo in DDOS) a meno che il codice non sia efficentissimo: Se ti metti a contare le parole e cose varie, lo schiatti, gli fai fare il botto!
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

Ho preparato una versione beta che implementa la versione PDF dei contenuti anche per i siti multi lingua su dominio singolo. I PDF dinamici sono divenuti opzionali.

Stavo testendo i link correlati nel sito multi lingua: Nella prova che ho fatto funzionano. Prova a verificare che siano su YES le opzioni seguenti che trovi sotto Advanced Propreties:
Shared correlate words
Apply correlated words from other sites
(per ogni configurazione queste opzioni devi tenerle impostate su YES)

In oltre se non erro, le parole correlate divengono link solo se il sito è della medesima lingua di quello dell'articolo.

A breve ti farò avere l'update: Non te la riesco a mandare subito perchè sto lavorando con il desktop remoto e il sorgente è su un computer che non ha nemmeno l'account per inviare delle email e non ha dischi condivisi.
Guido Eugenio
male
jenkaitalii@hotmail.com
Theo

Ho visto i file, appena ho tempo provo a fare l'upgrade e vediamo come si comporta.
Per quel che riguarda invece i link correlati nel Sito multilingua, le configurazioni sono esatte ed identiche a tutti gli altri Siti del NetWork.
Quel che è strano è che nelle pagine in italiano sono presenti i collegamenti agli altri Portali, quindi significa che i Siti comunicano tra loro; mentre invece non appaiono links negli altri e nemmeno nel multilingua (sempre riferito alle pagine in lingua italiana) per le sue parole correlate.. E' come se il Sito multilingua sia cieco verso le sue stesse pagine e le parole non le comunica agli altri.

Per spiegare meglio il problema e riprodurlo si può agire così:::
Nel Sito in italiano "A" ho la chiave "grazie"; questa appare in se stesso ed in tutti i Portali del NetWork ed anche nel multilingua (ovviamente per le pagine in lingua italiana).
Nel Sito "B", cioè il multilingua, ho la chiave "prego"; questa non appare in nessun Sito, neanche nelle sue stesse pagine.
Maurizio Brix
notdefinite
luk@hotmail.it
Morris

ho dei problemi al mio a-stock.net ma siccome non ho toccato nulla de settimane credo sarà il server. confermate?
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

E' meglio per lo specifico aprire nuovi topic qui nel forum così li seguo uno ad uno.
Comunque, per Theo: Ho testato in locale una configurazione multi lingua su un singolo dominio (nel mio caso localhost), e non ho riscontrato problemi. Occorre tenere presente che i link su parole correlate sono nell'ambito della stessa lingua, il che significa con un esempio: Se qui scrivo "Stalin", il nome diviene un link solo se vi è questa voce nella lingua in cui stiamo scrivendo (italiano). Se vi fosse una pagina dedicata al dittatore in lingua inglese o tedesco, non sortirebbe alcun effetto. In pratica il software non esegue link automatici tra pagine aventi lingue differenti.

X Morris: Il problema del tuo sito è esclusivamente da imputarsi al server, devi chiedere assistenza al servizio di hosting:
http://technet.microsoft.com/it-it/library/cc73632...
Guido Eugenio
male
jenkaitalii@hotmail.com
Theo

Morris:
ho dei problemi al mio a-stock.net ma siccome non ho toccato nulla de settimane credo sarà il server. confermate?

Il mio NetWork è stato offline un'intera giornata sotto Natale, oggi nuovamente ci sono problemi e va ad intermittenza; il messaggio di errore (503) che vedo nella tua pagina è identico a quello che avevo io giorni fa'.

I miei Siti oggi dicono "The page cannot be displayed because an internal server error has occurred", messaggio differente ma comunque dovuto a problemi del server..
Quelli di quel servizio non rispondo a nulla: Tickets, email.. Si che costa un dollaro al mese ma di questo passo ci si rimette di salute. smile_teeth
Sto cercando un altro spazio dove poter migrare; ne trovo tanti tra il dollaro ed i 5 dollari mese, ma proprio non saprei quale scegliere (il numero delle connessioni disponibili è il dato più importante e nessuno lo pubblica nell'elenco dei servizi).
Guido Eugenio
male
jenkaitalii@hotmail.com
Theo

Webmaster:
..Occorre tenere presente che i link su parole correlate sono nell'ambito della stessa lingua.. ..In pratica il software non esegue link automatici tra pagine aventi lingue differenti..

Mi sembrava di averlo scritto chiaramente che sto parlando della sezione in italiano del Sito multilingua.. Tutti gli altri del mio NetWork sono idem in lingua italiana e quindi, lui, dovrebbe interagire; lo fa, ma solo per metà, cioè mostra links verso gli altri e non a se stesso e neanche "dice" agli altri qual'è la sua "chiave" giacché non compare da nessuna parte qualche link.
Per essere più specifico e sempre esclusivamente in ambito della stessa lingua: La parola "Russia" crea link ovunque sia scritta nel NetWork e fa capo al sito .info (in italiano); la parola "traduzioni" è della sezione italiana del multilingua e non fa effetto da nessuna parte, neanche se scritta nella stessa sezione italiana del .org multilingua..
Andrea Bruno
male
customercare@officialguide.info
Webmaster

La sub SetDefaultLinks nel file Common.vb si occupa di caricare in un array residente in ram, le parole correlate.
E' una procedura molto macchinosa che richiede diversi controlli (istruzione IF), se una sola delle condizioni non viene rispettata la parola correlata non viene posta nell'array e quindi non viene processara. Questi controllo sono molteplici e ognuno ha la sua motivazione (fanno da filtro).
Possiamo incominciare tentando di diagnosticare cosa succede interagendo li dentro. Dopo la linea di codice 1195 aggiungi la seguente riga di codice:
Log("ParoleCorrelate", Word, Href, Archive, Item.Description.Title, Setup.Language, Status, Level, Category)

In pratica dal 1194 in avanti avrai il seguente blocco di codice:

1194 For Each Word As String In Words
1195 AddLink(Links, Word, Href, Archive, Item.Description.Title, Setup.Language, Status, Level, Category)
1196 Log("ParoleCorrelate", Word, Href, Archive, Item.Description.Title, Setup.Language, Status, Level, Category)

1197 Next

Questa aggiunta crea un file di log (ParoleCorrelate.txt) sotto app_data/log nel quale vengono segnate riga per riga le parole correlate aggiunte all'array in ram.
Ad ogni riavvio loggerà dati qui dentro, quindi dopo un po' il file diverrà molto grande; Fatta questa verifica lo potrai cancellare.
Dentro questo file vedi loggate le parole che non appaiono come link? Se sì, riporta qui l'intera riga che trovi nel file di log.
Guido Eugenio
male
jenkaitalii@hotmail.com
Theo

Rieccomi qui; allora i file che ho caricato sul server per aggiustare con i .pdf nelle altre lingue hanno risolto il problema. Dopo le varie verifiche, tutte positive, ne ho però disattivato la funzione dal nuovo menù.. Poiché credo che in un nuovo Portale sia presto per avere anche la versione .pdf delle pagine.. Li riattiverò più in la nel tempo, quando i Siti avranno molti contenuti.

Invece la modifica suggerita per il file Common.vb residente in app_code, non funziona.
Il risultato è quello che spariscono tutti i links interni del NetWork; ed anche i forum non appaiono più, non è più in home, non lo raggiungo con la url di qualche argomento e neanche cliccando sul bottone forum.. E' proprio come se non esistesse.. A distanza di ore ho visto che non s'è creato nessun file parolecorrelate.txt sotto app_data/log.. Quindi dopo questo test ho deciso di ripristinare l'originale.